PENNACCHIETTI PROF. PAOLO 
Centro Odontostomatologia e Maxillo-Facciale
Per info e appuntamenti contattateci al: +39 0761 250076

Prestazioni

Specialisti in implantologia e chirurgia orale
 a Viterbo

Per implantologia si intende l'insieme delle tecniche chirurgiche atte a riabilitare funzionalmente un paziente affetto da edentulismo parziale o totale mediante l'utilizzo di impianti dentali, ovverosia dispositivi inseriti chirurgicamente nell'osso mandibolare o mascellare, sotto la gengiva, atti a loro volta a permettere la connessione di protesi, fisse o mobili per la restituzione della funzione masticatoria. Attualmente gli impianti sono tutti realizzati in titanio. I più utilizzati sono quelli a vite e di tipo endosseo, nella maggioranza dei casi lasciati sommersi sotto gengiva per un periodo congruo in base alla sede.
Richiedi una consulenza odontoiatrica

Parodontologia

La parodontologia è una branca dell'odontoiatria che studia i tessuti del parodonto e le patologie ad esso correlate. Il parodonto è costituito da gengiva, osso alveolare, cemento radicolare e legamento parodontale. La parodontologia si occupa quindi dell'insieme dei tessuti molli e duri che circondano il dente e che assicurano la sua stabilità nell'arcata alveolare. Si occupa anche delle malattie che interessano il parodonto, queste vengono chiamate genericamente malattie parodontali, parodontopatie e piorrea (termine storico oggi ancora utilizzato nella popolazione). Esse sono le parodontiti e le gengiviti.

Chirurgia orale

La chirurgia odontostomatologica o orale è una branca della chirurgia. Include anche l'implantologia e la parodontologia e si occupa di estrazioni di denti rotti, residui radicolari, denti inclusi o semi inclusi nelle ossa mascellari, di apicectomie ovvero asportazione dell'apice di denti coinvolti in processi flogistici, di asportazione di cisti e tumori del cavo orale, di chirurgia preprotesica come rialzi di seno, cioè elevazioni del pavimento del seno mascellare mediante innesti di osso biomateriali o la chirurgia ricostruttiva ossea. Il chirurgo odontostomatologico ha una specializzazione ulteriore nelle estrazioni complesse dei denti inclusi nei mascellari, delle enucleazione dei tumori del cavo orale (cisti, epulidi , odo tomi, lipomi), della chirurgia endodontica, della chirurgia preprotesica, di innesti di osso e tessuti e di tutta l'implantologia.

Chirurgia maxillo-facciale

La chirurgia maxillo-facciale è una disciplina medica e chirurgica specializzata nella diagnosi e cura delle malattie che colpiscono la bocca, mascella. mandibola, viso e collo. È spesso vista come il ponte tra medicina e odontoiatria, trattando di condizioni che richiedono competenze di entrambe le discipline, come, per fare alcuni esempi, tumori della testa e del collo, le malattie delle ghiandole salivari, malformazioni o sproporzioni facciali, dolore facciale, disturbi dell'articolazione della mandibola, denti inclusi, cisti e tumori della mandibola,disturbi estetici, funzionali e traumatici di testa e collo, oltre a numerosi problemi che interessano la mucosa orale, come le ulcere della bocca e infezioni.

Laserterapia

La laserterapia è una tecnica che si affianca e qualche volta sostituisce la chirurgia orale tradizionale. Sicuramente è meno invasiva, meno dolorosa e più conservativa. Garantisce un decorso post operatorio meno gravoso. L'impiego del laser si usa nelle cure delle parodontiti, patologie odontostomatologiche, frenulectomie, etc. Si ottiene un'ottima emostasi con minor sanguinamento dei tessuti, quindi è un'ottima tecnica da usare in pazienti con coagulopatie. Ottimo anche l'effetto biostimolante, antiedematoso, analgesico ottenuto sui tessuti trattati.

Radiologia odontoiatrica digitale

La radiologia moderna ha permesso il passaggio alle immagini digitali con una notevole riduzione delle dosi radioattive assorbite dei pazienti e una notevole qualità delle immagini. Si eseguono radiografie endorali, ortopanoramiche, cefalometrie, tac volumetriche a basso dosaggio con le quali è possibile immediatamente pianificare una riabilitazione implantologica anche con la chirurgia guidata.

Ortodonzia

L'ortodonzia, anche chiamata ortognatodonzia, è quella particolare branca dell'odontoiatria che studia le diverse anomalie della costituzione, sviluppo e posizione dei denti e delle ossa mascellari. Essa ha lo scopo di prevenire, eliminare o attenuare tali anomalie mantenendo o riportando gli organi della masticazione e il profilo facciale nella posizione più corretta possibile. La pratica ortodontica consiste in due tipi di terapia che molto spesso sono consequenziali. La terapia chirurgica si attua estraendo qui denti che ostacolano l'allineamento e l'articolazione degli altri o la corretta posizione dento facciale. La terapia meccanica si attua mediante la costruzione di diversi tipi di apparecchi che potremmo suddividere in: apparecchi attivi che agiscono direttamente con la loro forza quando viene attivata e apparecchi passivi che sfruttano le forze masticatorie essendo di per sé inattivi.

Gnatologia

Branca che studia la fisiologia, la patologia e le funzioni della mandibola (masticazione, deglutizione, fonatorie, posturale) e pertanto, analizza i rapporti tra i mascellari, i denti, le due articolazioni temporo-mandibolare, i muscoli che muovono i mascellari e il sistema nervoso che comanda questi muscoli, compresa la lingua. La terapia gnatologica consiste nel ristabilire i normali rapporti tra condilo mandibolare, disco articolare e fossa glenoide. Allo scopo servono manufatti prevalentemente di resina e metallo (bite) che riposizionano la mandibola producendo allo stesso tempo un rilassamento dei muscoli masticatori e di tutti gli altri muscoli interessati.

Stomatologia

La stomatologia è la disciplina medico-chirurgica che si occupa della bocca e dei suoi annessi. Studia le condizioni normali e le malattie e di queste ultime la profilassi, la cura medica, chirurgica, protesica e ortopedica.

Odontoiatria conservativa

L'odontoiatria conservativa è una branca dell'odontoiatria restaurativa che si occupa della cura dei denti interessati da processi cariosi, dalle delle procedure per l'eliminazione della carie e di quelle relative alla chiusura delle cavità risultanti dalla eliminazione dello smalto e della dentina cariata, tramite l'utilizzo di appositi materiali. Le carie possono essere superficiali o profondi. Nel primo caso ci si limita ad asportare la parte della dentina e dello smalto interessati dalla carie, otturando il dente con appositi materiali. L'uso degli amalgami in argento, a causa del contenuto in mercurio, è stato sostituito ormai da materiali compositi che per le loro caratteristiche adesive permettono una preparazione della cavità cariosa meno ampia rispetto all'uso dell'amalgama che richiedeva una cavità dalle caratteristiche particolari perché fossero ritentiva. Nelle carie profonde vi può essere un interessamento della polpa del dente, Contenente anche le fibre nervose e allora si ricorre alla cura canalare detta anche devitalizzazione. Il termine conservativa indica l'obiettivo di tali cure, cioè di conservare i denti altrimenti distrutti dalla carie.

Protesi

La protesi dentale è un manufatto, realizzato da un odontotecnico abilitato, sotto la guida di un medico odontoiatra, utilizzato per rimpiazzare la dentatura originaria persa è compromessa per motivi funzionali e/o estetici. Deve rispettare i seguenti requisiti: funzionalità, resistenza, innocuità e estetica.

Igiene orale

L'igiene orale comprende tutte le manovre praticate dal professionista (igienista dentale) al fine di eliminare tutti i residui accumulatisi nel tempo in seguito all'impossibilità delle manovre di igiene orale domiciliare di essere efficaci in modo assoluto. Ovviamente se a questo aggiungiamo un'igiene orale domiciliare insufficiente sia in senso qualitativo che quantitativo, la condizione di gene orale non potrà essere inadeguata al mantenimento di un livello di salute orale . Le manovre di igiene orale professionale sono diverse: ablazione del tartaro (rimozione del tartaro sopra gengivale), polishing (lucidatura delle superfici dentarie ed eliminazione meccanica di pigmenti estrinseci), levigatura radicolare (rimozione del tartaro sotto gengivale a livello delle tasche parodontali, previa anestesia), levigatura radicolare a cielo aperto (analoga alla precedente previa scostamento della gengiva dai piani ossei sottostanti). Questa manovra si rende necessaria qualora le tasche parodontali raggiungono una profondità tale da impedirne una completa pulizia con le metodiche precedenti).

Sbiancamenti dentali

Lo sbiancamento dentale è una procedura odontoiatrica che permette di migliorare il colore dei denti, rendendoli più bianchi. A questo primo tipo di sbiancamento, cosiddetto "cosmetico", si affiancano altri tipi di sbiancamento utili per risolvere discromie dentali, anche severe, dovute a patologie sistemiche (per esempio la fluorosi, disordini ematici, etc..) oppure agli esiti di terapie con alcuni tipi di antibiotici. Lo sbiancamento dentale agisce solo sui denti naturali, non su corone protesiche, otturazioni o qualsiasi altro materiale da restauro presente nel cavo orale.

Sedazione cosciente

Con il termine di sedazione cosciente si indica, in anestesia, uno stato di ipnosi parziale in cui il paziente non perde completamente la nozione di sé, anche se in parte ne è deficitario. Risulta utile per l'esecuzione di manovre chirurgiche e dalla durata limitata. La tecnica per via inalatoria è, per il paziente, una situazione di piacevole rilassamento psichico e muscolare con mantenimento della collaborazione attiva. La maggior indicazione resta il trattamento della paura e dell'ansia connesse con la terapia praticata. Ottima con le angosce connesse all'odontoiatria. Si usa in tutti gli interventi odontoiatrici, dalla semplice detartrasi al più complesso intervento di chirurgia orale, soprattutto in quei pazienti che manifestano un elevato livello di ansia migliorando il livello esecutivo e abbreviando considerevolmente i tempi operativi. I vantaggi per l'operatore sono molti: la semplicità della metodica, l'induzione veloce e la rapida eliminazione della sostanza che consente al paziente di lasciare lo studio subito dopo l'intervento.

Corsi chirurgia orale e implantologia

Nella struttura si eseguono corsi di chirurgia orale di base e avanzata per medici e studenti di odontoiatria. La prima sessione del corso prevede una relazione orale dell'argomento trattato, la seconda interventi di chirurgia su pazienti.
Share by: